Cerca nel blog

Archivio blog

Krichlat

9:31:00 AM Posted In , 0 Comments »
Si festeggia, ancora. L'odore della carne di montone alla griglia, non è ancora svanito, che già siamo passati ad altri festeggiamenti.
Venerdi' 16 Novembre siamo entrati nell'anno 1434, secondo il calendario musulmano, si chiama Ashura e si festeggia acquistando giocattoli per i bambini, frutta secca, biscotti...momenti difficili, per chi è sempre a dieta, come me.
I biscotti classici, che si consumano in questo periodo, si chiamano krichlat e si preparano in questo modo:

INGREDIENTI:
1 kg di farina bianca
2 bicchieri da thé di olio di semi
1 bicchiere da thé di semi di sesamo
1/2 bicchiere da thé di semi d'anice
1 bicchiere da thé di acqua tiepida oppure latte tiepido
1/2 bicchiere da thé di acqua di fiori d'arancio
2 bicchieri da thé di zucchero
1 bustina di lievito per dolci
1 cucchiaino da caffé di lievito di birra (da sciogliere nell'acqua o nel latte tiepido)
1 uovo

PREPARAZIONE:

Mischiare tutti gli ingredienti con le mani, fino a formare un impasto uniforme e ben compatto. Dall'impasto, prendere una piccola quantità di pasta e, aiutandosi con le mani, formane un "serpentello". Con un coltello ben affilato e liscio (non quelli dentati) tagliare, obliquamente, il "serpentello", a seconda della grandezza che si vuole dare al biscottino. Proseguire fino a terminare l'impasto. Porre tutti i biscottini, leggermente distanziati tra loro, su una placca da forno, ricoperta da carta forno ed infornare a 180° fino a doratura. Durante la cottura, aprire il forno e muovere le krichlat per farle ben dorare da tutti i lati.
Una volta cotti, toglierli dal forno e lasciarli raffreddari, prima di servirli. Si possono conservare se posti in una scatola ben chiusa, oppure in un sacchetto di plastica.

0 commenti:

Blog vari