Cerca nel blog

Archivio blog

L'anoressia

6:56:00 PM Posted In 2 Comments »
Difficilmente parlo di me, soprattutto su internet, tendo ad essere piuttosto riservata, ma quando sò che la mia esperienza può aiutare oppure essere di conforto ad altre persone, mi apro.
Oggi, per l'ennesima volta, ho seguito la trasmissione della d'Urso, Pomeriggio Cinque, si parlava di anoressia, ascoltavo le testimonianze delle ospiti e mi rivedevo in loro quando nel 2003 entrai anche io nel tunnel di questa malattia. Il tutto iniziò con una dieta. In pochi anni ingrassai di parecchi kg, complice la pillola, fino ad arrivare a 91 kg. Il disagio era enorme, la gente mi trattava e mi guardava con superficialità fino a deridermi. Anche la stessa famiglia spingeva per farmi fare una dieta, ma io non ero mai pronta, fino al giorno in cui IO decisi che era arrivato il momento di lavorare su me stessa. Cominciai con una dieta equilibrata (mangiavo di tutto ma ben pesato e studiato), associata alla palestra (un'ora al giorno per 5 giorni alla settimana, facevo step, mi piaceva tantissimo) Un giorno, per puro caso, decisi di andare al cinema con le colleghe subito dopo il lavoro, così non ebbi il tempo di cenare o di prepararmi qualcosa. Non volevo fare come tante volte e cedere alla tentazione di un panino al volo, così mangiai solo un pacchetto di crackers integrali. La mattina dopo mi pesai e vidi che avevo perso 500 gr, in un sol colpo, in una sola sera! Cominciai a dimezzare le dosi dei pasti fino ad arrivare a mangiare una mela o un finocchio al giorno e a bere tutto rigorosamente senza zucchero, intensificai le ore di step portandole a 2 al giorno per 5 giorni. Persi 45 kg in 7 mesi. Gli svenimenti erano frequenti, perdevo i sensi all'improvviso senza rendermene conto, avevo sempre freddo, la pelle sempre molto chiara, pallida, le ossa spuntavano da tutte le parti e la pelle cadeva come un pallone sgonfio, ma allo specchio continuavo a vedermi grassa, come la foto qui sotto. La bilancia era la mia ossessione, addirittura un giorno, durante un lungo viaggio, tra una tappa e l'altra mi fermai in un autogrill, e nel parcheggio tirai fuori la bilancia per controllare il peso, avevo paura di aver messo su qualche kg...Compravo tantissimi vestiti, tutti rigorosamente grandi, perchè io mi vedevo grassa e le commesse che mi dicevano che dovevo provare la small. Vestivo la taglia 38 e mi stava larga. Cucinavo tantissimo, ma non mangiavo nulla, regalavo a colleghi ed amici, ed ero fiera di me stessa, perchè riuscivo a resistere alla tentazione. Leggevo ogni giorno riviste di cucina, spendevo un sacco di soldi, le guardavo, cercavo di immaginarmi dietro ai fornelli e poi le accantonavo in un angolo.
Nessuno ti può aiutare in questi casi, neanche la famiglia, la scelta deve essere tua e di nessun altro. Neanche i medici possono essere utili. Mi sono fatta seguire per un pò da uno psichiatra alimentare, ma alla fine mentivo anche a lui. Infatti quando si è anoressici si diventa bugiardi, prima con se stessi e poi con gli altri.
Sono riuscita ad uscire dall'anoressia quando ho scoperto di essere incinta della prima figlia. Dopo la gravidanza però ci sono ricaduta. Con la seconda gravidanza ne sono uscita di nuovo. Ora peso 74 kg, sono in sovrappeso, me ne rendo conto, ma ho paura ad iniziare una dieta, perchè dall'anoressia si può uscire, ma difficilmente si guarisce, la bestia, come viene chiamata, è sempre lì in agguato, pronta a colpire quando meno te l'aspetti.


2 commenti:

MUJAHIDA ha detto...

Sincera...sono giorni che mi domando cosa si possa scrivere dopo una lettura così drammaticamente reale. E' difficile. Solo che sei stata forte, lo sei, nel raccontare la tua terribile esperienza. Ti stimo molto, lo sai...e oggi, probabilmente, un pò di più.

manù ha detto...

Grazie Mujahida e non ti preoccupare, capisco la difficoltà e l'imbarazzo nel commentare questo genere di esperienze, ho provato le stesse cose nel raccontarle e soprattutto non sono riuscita davvero ad esprimere quello che si prova in quei momenti, non ci sono parole che possono raccontare lo stato d'animo di una persona anoressica. Per fortuna ora è passato e vivo serenamente i miei kiletti di troppo!

Blog vari