Cerca nel blog

Archivio blog

Proviamo...

6:15:00 PM Posted In , , , , , , 0 Comments »
Ho seguito le istruzioni trovate in rete per la cura del lievito madre fino al primo rinfresco. Di norma, bisogna attendere che la pasta raddoppi di volume in 2/3 ore e da quello che ho letto in giro, bisogna attendere una decina di giorni. A me è successa una cosa molto strana, dopo aver effettuato il primo rinfresco e messo la pasta madre a lievitare nel barattolo noto che dopo 2 ore ha già raddoppiato il suo volume. Aspetto un'altra ora e noto che ha triplicato di volume. La metto in frigorifero sperando di rallentarne la crescita, ma niente, la pasta fuoriesce dal tappo, così decido di fare un altro rinfresco a distanza di 12 ore dal precedente. Questa volta, però, decido di tentare con la prima panificazione, quindi anzichè buttare metà pasta, la lavoro tutta con la pari quantità di farina e metà di acqua (ho aggiunto 250 gr di farina e 125 gr circa di acqua) Dopo aver impastato, tolgo 150 gr di pasta madre da utilizzare per il pane, la restante la rimetto nel barattolo e lascio riposare a temperatura ambiente per 3 ore circa, prima di riporre in frigorifero. I 150 gr di pasta che utilizzerò per panificare, li metto in una ciotola unta d'olio, copro con un sacchetto di plastica e lascio lievitare tutta la notte in forno (spento) Nella tarda mattinata di oggi, riprendo la pasta che ho lasciato lievitare tutta la notte e la lavoro con 350 gr di farina, sale e acqua quanto basta. Impasto prima lievito naturale, farina e acqua, per ultimo aggiungo il sale, altrimenti rischia di compromettere la lievitazione del pane. Lavoro il tutto fino ad ottenere un impasto morbido, non appiccicoso, dò all'impasto la forma voluta, la pongo sulla teglia coperta di carta stagnola e farina e lascio lievitare per circa 4 ore. All'inizio sembra che non lieviti nulla, non disperate. Una volta lievitato il pane, praticare dei tagli con un coltello o dei fori con la forchetta ed infornare in forno già caldo a 220° circa per 20 minuti. Una volta tolto il pane dal forno, lo avvolgo in un telo fino al momento di servirlo a tavola.

Queste sono le foto dei due tipi di pane realizzati oggi, uno liscio e uno con le olive:



Ho fatto assaggiare già un pezzetto a mio marito con esito positivo, unico neo: poco sale. La mia paura era che venisse amaro, dato che avevo letto che prima di utilizzare il lievito bisogna aspettare un mesetto circa, in quanto all'inizio da un gusto amaro al pane. Penso che il mio caso sia particolare, in quanto ho dalla mia il clima che favorisce la lievitazione in poco tempo.

0 commenti:

Blog vari