Cerca nel blog

Archivio blog

Bat Bot

11:17:00 AM Posted In , , , 8 Comments »
Ecco la ricetta del pane arabo, semplice, che non richiede cottura in forno:

Ingredienti:

250 gr di farina gialla
100 gr di farina bianca
un pizzico di sale
lievito di birra "umido"
acqua tiepida
( per le proporzioni solitamente vado ad occhio, anche per la farina di norma uso la tazza per il caffè latte, una tazza di farina bianca due tazze di farina gialla)

Preparazione:

Setacciare bene entrambe le farine e porle in un contenitore o su un ripiano, aggiungere il sale e il lievito, mescolare. Aggiungere poco alla volta, sempre lavorando l'impasto, l'acqua tiepida fino ad ottenere un impasto liscio, morbido, non troppo asciutto e ne troppo appiccicoso. Suddividere la pasta ottenuta in tante palline della dimensione di una pallina da golf. Stendere con il mattarello la pallina fino ad ottenere un disco dello spessore di circa 3 mm. Porre i dischi ottenuti su un vassoio o ripiano spolverizzato di farina o coperto con un tessuto, coprire e lasciare lievitare per circa un'ora.
Scaldare una padella anti-aderente (se non si possiede usare una padella normale e ungerla leggermente d'olio) e cuocere i bat bot da entrambi i lati. Si gonfieranno parecchio, non fate niente, una volta tolti dal fuoco ritorneranno normali. Il gonfiore ottenuto in cottura serve a formare una tasca all'interno del panino, in pratica se il lavoro è ben riuscito, una volta tagliato il pane, le due parti si apriranno da sole lasciando il vuoto all'interno, niente mollica. Ottimi per la chawarma.

Ed ecco i Bat Bot cotti e in attesa di essere mangiati:

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao,scusa ma,una volta preparati possono essere conservati e cotti dopo diverse ore?Ouch li ho preparati gia' e mi chiedevo se potevo cuocerli in serata :S

manù ha detto...

Dovrebbero resistere fino a stasera...mettili su un piatto e coprili bene con pellicola trasparente oppure con un sacchetto di plastica. Prima di servirli, passali per qualche secondo in una padella leggermente unta d'olio (metti un goccio d'olio sulla mano e passala nella padella) da entrambi i lati, giusto per ammorbidire il bat bot.

Fifì ha detto...

Bene li cuocero' stasera :) dovrebbe essere una sorpresa per il mio fidanzato che oggi ha iniziato ramadan...speriamo sia una buona sorpresa :D Grazie...

manù ha detto...

Dolcissima idea, vedrai che apprezzerà moltissimo il gesto!
Aspetta, ho riletto bene ora il messaggio, avevo capito che li avevi già cotti. Puoi fare una cosa, per essere sicuri sicuri, cuocili ora e conservali come ti ho scritto. Poi prima di servirli, riscaldali leggermente in padella. Puoi anche cuocerli parzialmente, conservarli e terminare la cottura questa sera prima del tramonto.

Fifì ha detto...

Beh nel dubbio...li ho cotti e stasera li riscaldero' dopo averli unti un pochino....huuu potage,cuscus,batbot e cremecaramel pronti ed ora preparo il pollo...Sto cercando ricette ma con scarsi risultati In realtà lui è Algerino,riguardo al pane spesso suo fratello mangia un pane simile al batbot(carino il termine) quando chiacchieriamo in cam...non sò se sia lo stesso!!!A me sembra buonissimo :) vedremo!

manù ha detto...

Direi che per il ftor (la rottura del digiuno) sei a posto. Prepara magari un frullato o un succo di arancia.
Immagino che il pollo sia per l'ultimo pasto notturno prima dell'alba. Ogni tanto faccio una ricetta semplice semplice, ma di sicuro effetto. Metto in una teglia da forno, una cipolla affettata finemente, il pollo, le patate tagliate a dischetti di medio spessore, un pò di sale, le spezie, un limone tagliato in 4 spicchi, olive verdi (facoltativo e se ne ho in frigorifero), cospargo d'olio e aggiungo un pò d'acqua (tutto a crudo e a freddo) Copro la teglia con carta stagnola ed inforno a 220° in forno già caldo (ho il forno a gas, accendo sopra e sotto) Lascio cuocere un pò, controllando di tanto in tanto la cottura di pollo e patate e che ci sia acqua a sufficienza. Una volta appurato che il tutto risulta ben cotto, colgo la stagnola e rimetto in forno giusto il tempo di far dorare pollo e patate e di far evaporare un pò d'acqua (non troppo, deve rimanere un pò di sughetto)
Fai trovare al tuo ragazzo anche qualche dattero, la rottura del digiuno comincia sempre con un dattero.
Se ti va, fammi sapere come andrà la sorpresa.

Fifì ha detto...

Contentissimo!
Sò dei datteri e del latte.E' il secondo anno ormai che seguo il ramadan ma l'anno scorso eravamo entrambe a lavoro e quest'anno che viviamo insieme ed ho piu' tempo per stare a casa è stato,per me molto divertente e a lui ha fatto molto piacere...l'unico"problema"è che 5 minuti prima pensi di poter mangiare il mondo ma poi ti accorgi che basta ben poco per soddisfare l'appetito.
Il mio pollo a fette l'ho appena appena impanato con della farina e cotto per pochi minuti,poi in una pirofila col formaggio da fondere per 5 minuti nel forno :) ma presto proverò la tua ricetta...sei stata gentilissima :) bel carteggio, avevo proprio bisogno di condividere!Grazie!

manù ha detto...

Bene!! :-)
Dai, quindi lo hai fatto anche tu?
Qui in Marocco non abbiamo ancora iniziato, forse domani, ma non l'hanno ancora detto. Comunque, se non dovesse essere per domani, sarà per dopo domani.
Sì, è vero, questo è l'effetto digiuno, durante il giorno mangeresti di tutto, poi arriva il momento del ftor e ti limiti a mangiucchiare qualcosa. In compenso si beve molto, soprattutto con questo caldo, e ci si gonfia la pancia di acqua.
Proverò anche io la tua ricetta per i petti di pollo ;-)
Ha fatto piacere anche a me, molto e grazie a te per aver condiviso la sorpresa.

Blog vari